Ballobar - Ripas del Congost - Eremo di San Juan - Ballobar

  • Altitudine: 230 m
  • Difficoltà: bassa
  • Periodo consigliato: primavera - autunno
  • Durata: 3 ore.
  • Aspetti salienti: non considerato.

Descrizione:

Punto di partenza e di arrivo: Ballobar.

Itinerario:

Iniziamo con il magnifico ponte romanico di Ballobar (140 m) che salva le acque del fiume Alcanadre in questa città nella regione della Bassa Cinca. Abbiamo attraversato la Plaza Mayor e Loreto. In Via Barranco attraversiamo il torrente Valsalada o Valcarreta. Alla fine, per lasciare il nucleo urbano, abbiamo preso la strada per il Borale. Dopo 100 m svoltare a sinistra, quindi svoltare a destra e raggiungere alcune volte. Ad est la strada inizia a salire. Vediamo una foresta di giovani pini a sinistra e la collina a destra. A 200 m, una volta finita la pineta, la strada è un po 'rotta e con pietre sciolte. Continuiamo l'escursione, lasciando la valle di Grado sulla destra con vecchi lavori di abancalamientos, ora sterili. Alla fine, la strada gira due volte e si svuota sull'altopiano (250 m). Già in essa proseguiamo verso nord-ovest, senza strade apparenti e circondando un campo di lavoro in cui gli Aliagas sono fedeli compagni della nostra marcia. Dopodiché, siamo in cima alla banca del Pilar (260 m) con i suoi 100 m di caduta quasi verticali. La vista generale della città di Ballobar è eccezionale, evidenziando il ponte con le sue quattro baie nell'Alcanadre.

Proseguiamo verso sud-est, ai margini delle valli. Queste sono formazioni rocciose ripide e inclinate di origine remota. A sinistra abbiamo l'abisso e sulla destra accanto a noi ci sono terre desolate e altri campi coltivati. Durante il nostro tour apprezziamo l'ampia visione che viene contemplata. Le colture irrigue offrono una vasta gamma di colori. Le città di Chalamera, Albalate de Cinca, Belver, Osso e Zaidín sono sparse, il che fornisce una significativa densità di popolazione in quest'area. Quando camminiamo per 15 minuti dalla riva del Pilar e in un'ampia curva del terreno, osserviamo eccezionalmente la fusione del fiume Alcanadre con la Cinca, circondato da un bellissimo ambiente dove abbondano i tamarindi e una variegata fauna ornitologica. La nostra attenzione è focalizzata su un olivo selvatico che sopravvive sulle scogliere. Presto abbiamo raggiunto la Ripa del Congost (270 m), la più impressionante per la sua verticalità. Qui apprezziamo una prospettiva interessante delle matasse che abbiamo viaggiato e della città di Ballobar. Sullo sfondo abbiamo il profilo dei Pirenei. Se guardiamo a sud-est, possiamo vedere il lavoro della futura ferrovia ad alta velocità.

Ritorniamo sullo stesso percorso della prima sezione, apprezzando le nuove curve. Sullo sfondo, vediamo attraverso la valle il profilo del mitico eremo di San Juan, dove stiamo andando. Abbiamo finito il viaggio sull'altopiano e siamo arrivati al punto in cui abbiamo iniziato a scendere. Facciamo le rivolte, andiamo in linea retta e attraversiamo la pineta. Dopo l'area delle ere attraversiamo di nuovo il burrone canalizzato attraverso un ponte. Poi prendiamo la traccia del cimitero, guadagnando progressivamente altezza. Lasciamo il cimitero e il serbatoio dell'acqua aperto sulla destra. Dopo un paio di giri e in aereo, si spegne su una traccia che inizia a destra. Questo ci porta all'eremo di San Juan (250 m) che è accompagnato da un pino solitario. Noi contempliamo una nuova visione generale, che associa le matasse che visitiamo con Ballobar.

Su una strada, in dolce discesa, scendiamo tre anelli che finiscono nei depositi della vecchia città. Proseguendo lungo Libertad Street e poi lungo Avenida del Alcanadre, ritorniamo nuovamente al magnifico ponte romanico.

Dati di interesse

Ballobar: Villa, con un proprio comune. Il suo centro urbano è un curioso labirinto di strade. La chiesa parrocchiale di Santa María de la Asunción ha una sola navata, l'abside risale al XII secolo e la pala d'altare principale del tempio è in stile barocco. La casa di Don Paco in Calle Castilla si distingue per l'età e le dimensioni. All'ingresso e salvando il flusso del fiume Alcanadre è un robusto ponte di origine medievale.

Eremo di San Juan: questo edificio religioso ha la sua origine in una fortezza romana. Negli ultimi restauri il suo stile romanico originale fu sfigurato, scomparendo tra l'altro la sua abside primitiva.

Altre attrazioni turistiche nei dintorni di Ballobar

Strada d'accesso: la città di Fraga, conosciuta per la sua bellezza come la Sultana del Cinca, il monastero di Villanueva de Sijena, la villa romana di Villa Fortunato, l'eremo della Vergine di Chalamera ...

Non vi è alcun accesso stradale: la stretta e doppia Ripas de Alcolea.

E per ...

Ricarica le tue energie: niente di meglio della rinfrescante varietà di frutta coltivata sulle fertili sponde della Cinca Inferiore, dalle pesche vellutate ai famosi fichi.

Sognare: impara a volare, l'illusione eterna dell'uomo. E per farlo è anche possibile la strega Cristineta che da questi cantici dice che è stata inviata.

Divertiti: il 15 e il 16 agosto la popolazione di Ballobar festeggia i suoi festeggiamenti in onore di Asunción e San Roque. In caso di non essere in grado di andare, abbiamo in mente che il 29 agosto c'è un'altra festa conosciuta come la festa "Degollao".

Senza dimenticare che il terreno agricolo deve attraversare i sentieri o i suoi confini, non calpestando mai la semina.

Testi estratti dal libro: 30 escursioni circolari attraverso l'Alto Aragón

Autori: Santiago Agón e Juan Cruz Barranco

Editore: PRAMES

Caricamento...
Ops!
Stai utilizzando un broswer che non sopportiamo pienamente. Per favore aggiornalo per un'esperienza migliore.
Il nostro sito funziona al meglio con Google Chrome.
Come aggiornare il broswer